domenica 14 novembre 2010

Gnocchi di patate senza uova

 Gnocchi di patate : che bbuuuoooniiii! 
Li adoro... ma per farli davvero gustosi, morbidi, che si sciolgono in bocca... non è così semplice!!! O almeno lo sarà sicuramente per voi, a cui basterà seguire minuziosamente le mie indicazioni!!!Frutto di sperimentazioni, osservazioni, test su cavie volontarie ( mio marito...)... ecco i miei capolavori per il palato!!!

Il motivo per cui la ricetta originale degli gnocchi di patate non prevede l'aggiunta dell'uovo è semplice: l'uovo "bagna" l'impasto e sarà necessario aggiungere più farina.
Più farina si mette, più gli gnocchi risulteranno duri.
E' vero però che le nostre nonne mettevano quasi sempre le uova , che certo danno la garanzia che lo gnocco non si sleghi, ma è anche vero che le patate che usavano le nostre nonne erano ben diverse da quelle che usiamo noi: spesso direttamente dall'orto, conservate per tutto l'anno erano anche più vecchie e farinose. Ecco perché vi
consiglio di
aggiungere un tuorlo d'uovo ( e non di più)solo in due casi:

  •  quando utilizzate patate piuttosto vecchie e molto asciutte e farinose -come quelle che mi dà mia nonna dal suo orto in Trentino- 
  •  oppure nel caso in cui poi vogliate congelarli ( gli gnocchi senza uova congelati si slegano ). 
Per il resto procedete come segue:
Ingredienti per 4 persone
  • 1 kg di patate di pasta bianca o rossa (attenzione alla qualità dolce rossa!);
  • a seconda della qualità delle patate tra i 150 ed i 200 gr di farina 00 ( compresa quella da usare sulla spianatoia!);
  • sale.
Preparazione degli gnocchi di patate senza uova

Prendete le vostre patate, lavatele e, se avete un microonde, dopo averle avvolte singolarmente nella pellicola trasparente,
cuocetele per 10-15 min ( a seconda della grandezza) nel microonde a 600w. Capirete da soli se sono cotte toccandole, o provando ad affondare la forchetta. 
Se non avete il m. o dovete cuocere una gran quantità di patate, lessatele in pentola a pressione o in una pentola normale, sempre con la buccia ( perché non assorbano acqua), e facendo attenzione che non cuociano troppo, finendo per rompersi ed assorbire acqua. Non preoccupatevi, a me accade spesso e non succede niente; è dura beccare il momento esatto di cottura prima che la buccia si spacchi!!!Per questo uso il microonde: meno tempo, meno fatica, risultato sicuro!
Una volta cotte, sbucciatele, ancora da caldissime ( usate guanti di gomma per non ustionarvi) e riducetele a purea con lo schiacciapatate.


Fate leggermente intiepidire; ( se le patate fossero troppo calde incorporerebbero troppo farina, se troppo fredde non si amalgamerebbero più).
Aggiungete parte della farina, un po' di sale, ed impastate delicatamente ( lavorare l'impasto con energia gli farebbe mangiare più farina), ma senza metterci un'eternità! 


Più o meno, questo dovrà essere il risultato:


Tagliate dei pezzi e formate dei "serpentoni" così:


Non saranno belli, sodi, perfetti...ma informi e brutti!!Però... si scioglieranno in bocca... dategli una forma,così da renderli più consistenti, come hanno fatto i miei bambini:



Guardate come sono stati bravi i miei piccoli:



Cuoceteli in abbondante acqua salata e scolateli con un colino di media grandezza ( nello scolapasta si schianterebbero per quanto sono morbidi). Si scioglieranno in bocca...
Ricapitolando, queste le regole per gnocchi morbidi:
  1. Usate patate bianche o rosse (assolutamente non le novelle);
  2. Cuocetele con la buccia;
  3. Schiacciatele da calde:
  4. Lavoratele da tiepide;
  5. Non aggiungete l'uovo;
  6. Lavorate l'impasto con delicatezza ma celermente;
  7. Dategli una forma per conferire maggior consistenza (se avete tempo incideteli con i rembi della forchetta per far aderire il sugo);
  8. Fate attenzione quando li scolate.


Vedi anche:
Spaetzle bianchi con ragù di salsiccia
strozzapreti romagnoli


1 commento:

CONDIVIDI SU