mercoledì 1 dicembre 2010

Pasta e ceci




Che buone le zuppe d'inverno!
Anche la zuppa di ceci è ottima: vi posto la mia ricetta, un pò diversa dalla classica.



Ingredienti per quattro persone:
  • 250 gr di ceci secchi;
  • scalogno;
  • aglio;
  • olio evo;
  • salvia, rosmarino;
  • brodo vegetale;
  • un pomodoro maturo;
  • vino bianco;
  • sale e pepe;
  • maltagliati o altro tipo di pasta.
Preparazione della pasta e ceci con concassè di pomodoro

Lavate i ceci e metteteli in acqua fredda per dodici ore.
Trascorse le dodici ore scolate i legumi, sciacquateli, e metteli a lessare in abbondante acqua con un paio di spicchi d'aglio, salvia e rosmarino. Non aggiungete sale nè olio.



Vi consiglio di legare il mazzetto degli odori con spago da cucina (non come non ho fatto io per la fretta) altrimenti vi ritroverete a fine cottura con aghi di rosmarino ovunque. Per quanto riguarda il tempo di cottura, io consiglio fiamma bassa per due ore e mezzo. Sulla confezione troverete scritto un'ora e mezzo, e c'è anche chi con la pentola a pressione se la cava in 50 min, ma il problema, soprattutto con i ceci, è che così facendo la buccia si spacca e vi ritroverete a mangiare ceci e bucce. A meno che non stiate delle ore per toglierle tutte.
Verso fine cottura potete aggiungere un pò di olio e salare. Preparate un trito di scalogno, se volete anche un pò di carota ( io non la metto perchè i ceci mi sembrano già abbastanza dolci ), rosmarino e salvia. Soffriggete .
 Aggiungete i ceci interi, fate insaporire e sfumate con vino bianco. Allungate con l'acqua di governo dei ceci e all'occorenza con brodo vegetale.
Lasciate insaporire a fuoco lento per 10-15 minuti  e poi  aggiungete la pasta che avete scelto. 
Nel frattempo preparate una concassè di pomodoro: spellate il pomodoro, tagliatelo a metà, eliminate i semi e tagliatelo a cubetti.
A me piace adagiarne una cucchiaiata al centro della zuppa con i ceci: la freschezza acidula del pomodoro crudo stride con il sapore dei ceci ...un connubio perfetto!!!
Consiglio la pasta corta all'uovo (i maltagliati sono eccezionali, magari fatti in casa). Un'altra opzione, magari meno "libidinosa", ma molto nutriente e salutare, è l'orzo, il farro o, se proprio non riusciamo a rinunciare alla pasta, la pasta integrale di farro.
La pasta di farro sazia di più rispetto alla pasta raffinata; possiede una percentuale maggiore di proteine (il 15%) e poi più fibre, vitamine (A, B, C ed E) e sali minerali; è poco calorica (335 calorie per 100 g) ed ha un notevole indice di sazietà. La pasta di farro non alza la glicemia come la tradizionale pasta raffinata ed è buonissima!
Servite con una macinata di pepe ed un giro d'olio



Vedi anche:

Nessun commento:

Posta un commento

CONDIVIDI SU