giovedì 3 febbraio 2011

Caponata


La Caponata siciliana è un piatto speciale, sia per il sapore agrodolce che per ...le calorie!!! E vai con la frittura!!!!Per questo io la preparo solo una volta all'anno; certo, si può passare a metodi di cottura ipo-calorici, ma allora non si tratta più di caponata ma di verdure stufate/grigliate. La mia versione è diversa dall'originale perché è quella calabrese, tramandata dalla famiglia di mio marito; questa ricetta non è agrodolce, quindi non aggiungo ne zucchero (solo una puntina per il sugo di pomodoro, ma in quantità irrisoria) ne aceto; non metto il sedano ne i capperi, ma aggiungo le patate. A voi la scelta.


Per 4/5 persone vi serve:
  • 1cipolla grande;
  • 3/4 patate;
  • 2 peperoni;
  • 1 melanzana grande o 2 piccole;
  • olive nere cotte al forno;
  • aglio;
  • pelati;
  • passata;
  • olio d'arachide ed olio d'oliva;
  • olio evo;
  • basilico in abbondanza.

    Preparazione della caponata 
Tagliate le melanzane a cubettoni (devono essere piuttosto grandi, vedrete poi come si rimpiccioliranno) di circa 3/4 cm.


Cospargetele con del sale fino e lasciatele per un'oretta per togliere l'amaro (anche se sinceramente, proprio perché le melanzane d'oggi non sono più come quelle di una volta, io l'amaro non lo sento anche se non le metto sotto sale...però in questo caso togliere l'acqua in eccesso prima della frittura è positivo).
Nel frattempo in una casseruola capiente preparate il sugo come nella ricetta sugo al pomodoro, solo anziché usare la cipolla come base insaporite l'olio con un paio di spicchi d'aglio, e naturalmente, se è stagione, usate il pomodoro fresco!
Tagliate anche i peperoni a cubettoni


Le patate a spicchi (circa 8 cadauna) e la cipolla (più saporita quella di Tropea) ad anelli.


In un padellino scaldare abbondante olio (metà d'arachide e metà d'oliva) e friggere le verdure separatamente; scolatele bene sulla carta assorbente e salatele. Unitele al sugo di pomodoro al quale avrete già aggiunto le olive (se vi va anche qualche cappero) ed amalgamate. Se vi sembra troppo asciutto (le verdure asciugano molto) unite della passata. Insaporite a fiamma bassa per cinque/ dieci minuti ed aggiungete basilico fresco in abbondanza. Personalmente la cosa più buona è il sapore fresco del basilico in contrasto con quello più "elaborato" del fritto. Servite calda (ma in estate è buona anche fredda)!!



Buonissima!!!



Vedi anche:
Zucchine trifolate



Nessun commento:

Posta un commento

CONDIVIDI SU