domenica 10 aprile 2011

Orecchiette alle cime di rapa

Orecchiette alle cime di rapa... quanto mi piace questa pasta!!!...che mi scusino i pugliesi veraci, per farlo come si deve ho cercato e cercato delle cime di rapa in cui oltre alle foglie ci fossero pure le cime,e non è così semplice qui al Nord. 
Davvero!! spesso si acquistano solo le foglie, e, ancora più divertente a volte chi non se ne intende usa solo le foglie e, se in mezzo al fogliame trova una cimetta... "bè ma che cos'è, mi sa che è meglio buttare..." ...ma non è che siete voi che prima di mandarcele su ce le "spogliate"??!!?? Vabbè, vi perdono, son così buone...
 Poi, naturalmente, come ogni classico (amatriciana, carbonara, ragù...) è piuttosto dibattuto: chi usa le foglie, togliendo solo quelle più sciupate e tagliando il gambo più spesso, chi uso solo ed esclusivamente le cime... io l'ho fatta così. Ho preso una forbicina ed ho tagliato tutte le cimette. Ho voluto usare anche qualche fogliolina tra le più piccole e tenere vicino alle cime (mi sembrava troppo poco altrimenti); i fiori naturalmente li ho buttati, a parte uno che ho tenuto per guarnizione...bellissimi questi fiorellini...
 Allora io le ho preparate così, poi se qualche pugliese verace mi vuole dare qualche dritta, qualche consiglio o segreto della nonna ...ben venga!!!

Per due persone vi serve:
  • cime di rapa in abbondanza;
  • 250 gr di orecchiette fresche;
  • due filetti d'acciuga;
  • due spicchi d'aglio;
  • la punta di un peperoncino fresco;
  • olio evo .

    Preparazione della pasta alle cime di rapa
Mettete a bollire l'acqua per la pasta. Schiacciate l'aglio tagliato a metà e privato dell'anima nell'olio evo; unite l'acciuga spezzettata ed il peperoncino a fette. Aggiungete le cime di rapa (cuociono più velocemente dei broccoli e sono "più fragili" per questo non le lesso nell'acqua della pasta...si spappolerebbero e perderebbero di sapore...);  coprite e stufate per cinque-dieci minuti a fuoco dolce: saranno presto cotte.

Con un mestolo forato togliete la pasta lessata e mettetela direttamente nella padella con il condimento; amalgamate aiutandovi se necessario con l'aqua di cottura della pasta. Un filino di olio crudo ed il piatto è pronto:




 Gnam gnam e ancora gnam!!!!

vedi anche:
  broccoli affogati alla calabrese

13 commenti:

  1. Già il cambio di stagione??? Accipicchia! Io spero di non ridurmi come sempre al 31 luglio!
    Le orecchiette? Un must...con le foglie...senza forglie...con le cime...

    RispondiElimina
  2. Che bel piatto!Hai portato la primavera,cara Sere!
    A presto:)

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze!!! ma che calda questa primavera sembra estate!!!!

    RispondiElimina
  4. Bella receta seguro ganarás el concurso,un plato deliciosos y lindo,me encantó,cariños.

    RispondiElimina
  5. Grazie della visita. Mi fanno impazzire le orecchiette alle cime di rapa,saranno le origini publiesi bho! ma le adoro.Complimenti per il piatto e per il blog. Ciao

    RispondiElimina
  6. A chi lo dici io l'adoro!! bravissima invitante!!
    Buona serata cara
    Baci Anna

    RispondiElimina
  7. non le mangio da tanto ma piacciono un sacco anche a me, bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. uhhhh mamma che belli brava io adoro questa pasta infatti ho fatto un post su questo piatto poco tempo fa ciao e grazie dei consigli di prima smak

    RispondiElimina
  9. che buone le orecchiette!!! Mi piace il tuo blog e mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori =)

    RispondiElimina
  10. Anche a me piace tantissimo!!ottima!!!aggiungo solo del pecorino.
    Da noi ancora nn fa molto caldo..si sta bene ecco!!buon inizio settimana

    RispondiElimina
  11. wow nice !!!
    visit our blog at http://uhooi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  12. Ottimo piatto che io amo moltissimo. Bella anche la foto con quel bel fiore fresco. Un saluto

    RispondiElimina
  13. Vi ringrazio tutti per i vostri pensieri!!!

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU