martedì 10 maggio 2011

Pesto alla genovese

Pesto alla genovese, eccovi uno dei miei cavalli di battaglia... ricetta spettacolare!!! Con i segreti per un pesto saporito e sempre verde...

Ebbene si! ecco il nostro amatissimo pesto, quanto lo amiamo!! I nostri bimbi in particolare, dedico questa ricettina proprio alla mia amica Marika, che mi ha chiesto qualche piatto particolarmente amato dai pargoletti. I miei adorano la pasta al pesto, e ,che mi risulti, è davvero difficile che ai piccoli non piaccia. Quindi, cara Marika, se glielo preparerai tu sarà un vero successo!!

Niente di difficile, basta avere un robot che triti (abbandono mi spiace il mortario, al mio maritino non piace "sentire i pezzi sotto i denti",il mio pesto è una vera e propria crema) e seguire le istruzioni. Perché gli ingredienti, bene o male, sono sempre gli stessi...allora dov'è la differenza ??? nelle quantità, nell'equilibrio tra gli ingredienti, e nel modo, come sempre... 

Generalmente ne faccio sempre un po' di più; lo ricopro con l'olio, lo chiudo ermeticamente e lo conservo in frigo. In un attimo preparo piatti di pasta al volo ( così dura un mesetto in frigo, altrimenti lo potete congelare) ed un cucchiaino è ottimo mescolato alla classica pasta al pomodoro!!!


Vi serve:
  • 60 gr di foglie di basilico freschissime ben lavate ed asciugate;
  • 4/5 grani di sale grosso;
  • 60 gr di Parmigiano grattugiato;
  • 30 gr di Pecorino grat.;
  • 120 gr di olio evo;
  • 2 spicchi d'aglio (a cui avrete tolto l'anima e di cui, appunto, resterà ben poco);
  • 60 gr di pinoli.
Frullare il basilico con il sale grosso: ecco il segreto per un pesto verdissimo, che non diventa scuro, che non annerisce,  anche dopo un mese in frigo. Mi raccomando, sale grosso e non fino!...ed in quest' ordine...
C'è chi aggiunge ghiaccio... secondo me si allunga il pesto e l'acqua rende difficoltosa l' emulsione dell'olio con gli ingredienti... perchè complicarsi la vita quando basta semplicemente un po' di sale grosso?
 
Unite l'aglio ed i pinoli. Frullate. I formaggi, amalgamate. L'olio, frullate fino alla consistenza desiderata. Il mio, come già detto, è molto molto fine.


L'ho messo in un bel vasetto di vetro, coperto con l'olio evo  e poi in frigo


Trofie o bavette? bavette...

Ultimo semplice consiglio: non saltate il pesto in padella con la pasta - si cuoce-  ma preparatene qualche cucchiaiata in una pirofila in cui disporrete la pasta appena cotta ed amalgamate aiutandovi con un po' d'acqua di cottura della pasta.


Sta cadeeendooo....

Gnam gnam!!!

Vedi anche:

11 commenti:

  1. anche i miei l'adorano!!lo devo fare!!buona giornata cara

    RispondiElimina
  2. Lo adoro e lo faccio spesso con i vari tipi di basilico...il profumo inebria,ciao

    RispondiElimina
  3. anche noi facciamo il pesto però mio marito va ad occhio anche se facciamo quantità industriali
    perche lo usa anche in pizzeria sulla pizza con pomodorini e stracchino o squacquerone

    RispondiElimina
  4. Adoro anch io il pesto!Cosi semplice da fare ma nello stesso tempo cosi buono!Bravissima,cara Sere!

    RispondiElimina
  5. il pesto mi piace molto, lo trovo buonissimo anche con l'aggiunta delle patate.
    bravissima :-)

    RispondiElimina
  6. Con questo caldo un piatto di pasta come la tua è proprio l'ideale, bravissima cara.

    RispondiElimina
  7. IO SONO UNA PATITA DI PESTO!!
    Lo coltivo apposta in un GRANDE vaso sul mio terrazzo!!
    Sai che ho visto in TV proprio in questi giorni che hanno fatto anche gli gnocchi con il pesto?
    SLURP!! DOPPIO SLURP!!
    Non vedo l'ora di provarci...
    Io lo metto anche sul riso...BUONISSIMO!!!
    Pensa che in un panimo, se metti un velo leggero di pesto e una fetta di formaggio dolce (tipo formagella Galbani) mangi una prelibatezza!!
    Insomma...io e il pesto...SIAMO UNA COSA SOLA!!

    RispondiElimina
  8. Il pesto alla genovese è una di quelle cose di cui non ci si stanca mai...Con le trofie è spettacolare, è in assoluto la pasta che preferisco, ma le tue bavette con il pesto fanno venire davvero l'acquolina in bocca!
    Brava!! Passa a trovarmi, c'è un regalino per te!
    A presto!
    Anita

    RispondiElimina
  9. Son d'accordo con Caia: da solo è buonissimo, ma con le patate per me è buono il triplo!!!! ^___*

    A presto!
    Elisa

    PS: Se passi da me, è pronto il ricettario completo di "Mai Dire Mais"..ed in più, un'altra novità! Ti aspetto! ^____*
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/05/mai-dire-basta-una-raccolta-che-finisce.html

    RispondiElimina
  10. Buono! Passavo di qui e intanto mi sono unita ai tuoi lettori fissi, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  11. Troppo buono!!!! Devo rifarlo anch'io! Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU