martedì 3 maggio 2011

Spezzatino tradizionale

 La ricetta dello spezzatino classico


Dopo lo spezzatino trentino, il tonco del Pontesel e lo stufato di manzo vi posto la versione classica, quella tradizionale che si cucina un pò in tutt'Italia, magari con qualche variante qua e là.
Vi serve:
  • 800 gr di carne per spezzatino (prendetela mista, troppo magra non è da spezzatino!) manzo e maiale  ( da tenere separati) (la ricetta originale prevede anche il vitello ma, in questi tempi di crisi, possiamo anche rinunciarci);
  • una cipolla;
  • due/tre patate;
  • un paio di carotine;
  • una scatola di pelati o, visto il periodo, qualche pomodoro San Marzano fresco (sbollentatelo un paio di minuti in acqua bollente e passatelo col passaverdure);
  • brodo;
  • alloro;
  • pepe;
  • vino bianco.
Preparazione dello spezzatino con patate

Infarinate i pezzi di carne (prima il manzo e poi il maiale) e sigillateli  (tenendoli separati) in una noce di burro ed un pò d'olio. Quest'operazione fondamentale non datela mai per scontata. Sigillare la carne è importante perchè così, durante la lunga cottura che serve ad ammorbidirla, non rilascerà i famosi "succhi", senza i quali diverrebbe stopposa e ciungosa. Quando viene scottata ad inizio cottura si forma una crosticina che impedisce, appunto, la fuoriuscita di tali succhi. Raccomando inoltre di utilizzare cucchiai e non forchette (pungerebbero e favorirebbero la fuoriuscita dei succhi). 
Sfumate con il vino bianco.
Togliete la carne dalla casseruola e tenete da parte. Soffriggete la cipolla, unite anche le foglie d'alloro.
Aggiungete la carne (prima il manzo, unite il maiale dopo una cinquantina di minuti) ed il brodo.
Nel frattempo pelate le patate e le carote e tagliatele grossolanamente. Aggiungetele allo spezzatino dopo un'oretta.
Cuocete con lo spargifiamma a fiamma bassissima, semicoperto, per due ore abbondanti. Il sughetto deve essere bello denso, da raccogliere con una forchetta; la carne deve esere burrosa ma non stopposa. Si tratta di una ricetta pratica, perchè può essere preparata in anticipo, ed è secondo e contorno in un solo piatto!!!



Per farvi vedere la consistenza del sughetto:



Vedi anche:

9 commenti:

  1. Sarà un secolo che non lo faccio eppure mi piace tantissimo, non ho mai passato la carne nella farina, grazie per il consiglio proverò la tua versione :)

    RispondiElimina
  2. Cottura prolungata, sapore assicurato, ottimo il sughetto le scarpette sono d'obbligo...ciao e grazie.

    RispondiElimina
  3. Quanto mi piace!!mai messo l'alloro..proverò.kisss

    RispondiElimina
  4. Ciao... lieta di conoscerti!
    Adoro lo spezzatino quindi ti lascio un saluto sul post giusto ; )
    A presto!

    RispondiElimina
  5. troppo buono lo spezzatino lo faccio spesso :P
    bravissima cara
    un bacione Anna

    RispondiElimina
  6. un bellissimo sughetto per uno spezzatino che pare una favola... ti stai specializzando in spezzatini? Io che non cucino molto la carne non sapevo neanche dell'esistenza dei vari piatti di carne che hai cucinato... (spezzatino trentino? Tonco? BOh???) e sono sempre affascinata di chi la carne la sa trattare in modo che risulti morbida e deliziosamente umida.
    Buona giornata (con questo piatto lo sarà senz'altro stata!)

    RispondiElimina
  7. Ciao e piacere di conoscerti, sappi che sto curiosando nel tuo blog e devo dire che ci sono un sacco di ricette che mi incuriosiscono, sei proprio brava, a prsto.

    RispondiElimina
  8. Che bella ricetta, preparata con molta cura e competenza.
    Immagino il sapore e il profumo...

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  9. buonissimo, con quel bel sughetto ci farei la scarpetta!!!
    bravissima Sere ^__^

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU