martedì 1 novembre 2011

Grattini all'uovo in brodo di polpettine

Carissime/i,
quante volte preparando la pasta fresca all'uovo, vi è avanzata della pasta, magari un po' indurita e secca, che proprio non avete voglia di ritirare e di prepararci altri ravioli? Così mi è successo con la mia ultima ricetta, ravioli di burrata, ed allora ho fatto questa ricettina, da inserire nella mia nuova sezione "mi è avanzato un po' di..."

Per i grattini:
semplicemente : la pasta avanzata ed un po' di semola
in alternativa, preparate la pasta con un uovo e 100 gr di farina00
 
Per il brodo:
  • 150 gr di macinato di manzo;
  • un uovo;
  • sale  e pepe;
  • pane e Parmigiano grattugiato;
  • noce moscata;
  • olio evo;
  • cipolla, carota e sedano;
  • un cucchiaino di farina ( le polpettine devono essere belle sode e ben legate per reggere la cottura in brodo, nulla a che fare con l' impasto tradizionale);
  • una foglia d'alloro.
Iniziate a preparare il brodo: in una padella mettete l'acqua, la cipolla la carota ed il sedano puliti e tagliati. Un goccino d'olio ed un po' di sale (o se preferite, dado). Preparate le polpettine: sbattette l'uovo con sale  e pepe, unitelo alla carne. Amalgamate ed aggiungete pane, Parmigiano ed il cucchiaino di farina, fino ad ottenere un composto bello solido. Per questa preparazione vi consiglio di evitare il pane ammollato; l'impasto della polpetta dev'essere diverso da quello tradizionale, più consistente e sostanzioso, perché deve lessare nel brodo. Formate le polpettine (io con i miei bimbi, si vede dal piatto!!!)
Aggiungete le polpettine al brodo con le verdure
e fate cuocere  a fiamma bassa per una quarantina di minuti.
Frullate la pasta all'uovo -che avrete conservato in frigo avvolta nella pellicola trasparente- con un cucchiaio di semola nel robot. A seconda di quanto volete grossi i grattini frullati per più -o meno- tempo.Io li ho preferiti piccolini perché il mio cucciolo aveva la febbre e mal di gola, e così li avrebbe mangiati con meno difficoltà. Se la pasta è stata fatta già da un po' (24 ore), vi consiglio di metterla nel robot e frullarla prima  con un goccino d'acqua e poi con la semola).




Quando il brodo sarà pronto togliete le verdure e le polpette e cuocetevi per un paio di minuti i grattini.
Servite calda con una spolverata di noce moscata. Un piatto completo, nutriente, caldo e ...buonissimo!!!



Vedi anche:

9 commenti:

  1. lo sai che questa e una bella idea per riciclare la pasta avanzata?me la segno buona serata:)

    RispondiElimina
  2. Che buoni i grattini: praticamente sono l'unico tipo di pastina che mangio in brodo! Bella idea di riciclo!

    RispondiElimina
  3. piace tantissimo anche a me..e la pasta la riciclo anch'io così buonissimaaaa tesorooo buona giornata

    RispondiElimina
  4. che buoni!
    pensa che conosco solo una signora di 85 anni che ancora li fa a mano come hai fatto tu!
    bravissima!!!!

    RispondiElimina
  5. Che buono questo piatto!Bravissima,cara Sere!

    RispondiElimina
  6. buonissimo piatto, i grattini sono i miei preferiti!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. buongiorno tesoro!!buona giornata un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ma che buoni che sono!!! Io letteralmente li adoro: poi con questo freddino!!!Bacioni !

    RispondiElimina
  9. Li voglio per cena stasera!!!

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU