martedì 14 febbraio 2012

Strangolapreti trentini agli spinaci

Gli strangolapreti trentini sono in pratica dei gnocchi di pane, la preparazione ricorda molto quella dei canederli mentre il nome ci richiama alla mente gli strozzapreti romagnoli: insomma, due piatti diversi accomunati da un unico pensiero- dei mariti- verso i preti, ai quali le mogli preparavano questi piatti succulenti... che gli andasse per traverso e si strangolassero- o strozzassero-!!!

Gli gnocchi di pane, come i canederli, sono molto utili per riciclare il pane avanzato, sono veloci e  davvero molto buoni!! I classici sono quelli con gli spinaci, e questo è proprio il periodo giusto, visto che si trovano freschi, ma sono super squisiti anche fatti in altri modi - come ad esempio con radicchio e pancetta.
A voi gli ingredienti per 4 commensali:

300 gr di pane raffermo
2 uova
Spinaci, circa 300 gr se freschi o 500 se surgelati;
latte tiepido q.b (circa 200 ml, ma dipende dal pane);
parmigiano;
 2 cucchiai rasi di farina
burro
salvia

Preparazione degli strangolapreti trentini agli spinaci

Io ho usato gli spinaci freschi, che sono una meraviglia; lavateli e spuntate le foglie con una forbice. In una padella antiaderente sciogliete un po' di burro, unite gli spinaci, dell'acqua calda, sale, coprite e fate stufare per una decina di minuti, finché saranno cotti.  Passateli nel mixer o tagliateli al coltello- meglio- ed uniteli al pane precedentemente tagliato a dadini ed ammollato nel latte tiepido.
Sbattete le uova, salatele e pepatele, amalgamatele al composto. Lavorate con le mani, aggiungete del Parmigiano e la farina; se l'impasto dovesse risultare troppo bagnato asciugate con poco pane grattugiato.
Formate gli gnocchi di pane della misura che preferite


Lessate in abbondante acqua salata e condite rigorosamente con burro, salvia e Parmigiano



Guten Appetit!!!!



Antipasto da abbinare:

Secondi piatti da abbinare:



13 commenti:

  1. Deliziosi con sto freddo poi! Nani

    RispondiElimina
  2. bella versione, non li ha mai assaggito fatti così, ma mi piacciono molto, complimenti

    RispondiElimina
  3. devono essere stragustosi!!!mmm che fame!!!! ^_^

    RispondiElimina
  4. mamma mia che acquolina....e poi la storia del nome strozzapreti proprio non la conoscevo...ha ha!!!che ridere!!!

    RispondiElimina
  5. non sapevo fossero fatti di pane..mmmm che bontà cara!

    RispondiElimina
  6. Grazie Serena per i complimenti ma io dovrei girarli a te che sei veramente bravissima in tutto quello che fai come questi strangolapreti stupendi!!!Un abbraccio e buona serata!!!

    RispondiElimina
  7. Ma che buoni.... sarebbe bello provarli....baci

    RispondiElimina
  8. non sapevo che si chiamassero cosi' per questa ragione! che buoni, io li adoro!

    RispondiElimina
  9. Bellissima brava , mai mangiati da provare!!
    Un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  10. Non li ho mai provati, ma l'aspetto mi invita davvero a farlo... sono bellissimi e devono essere anche squisiti!

    RispondiElimina
  11. non li ho mai mangiati,ma li assaggerei molto volentieri!

    RispondiElimina
  12. Questa ricetta mi fa pensare alla mia infanzia...sono buonissimi!

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU