martedì 22 maggio 2012

Pesto di rucola





Pesto di rucola: in effetti io non amo per niente la rucola, la mangio se proprio mi capita in mezzo a qualche piadina farcita con abbondante maionese. Però ho voluto provare. Il pesto di rucola effettivamente mantiene ma maschera il gusto amarognolo tipico di questo ortaggio, per cui è appetibile in particolare se usata in modica quantità ed in abbinamento ad altri sapori. Si conserva in frigo (ma si può anche congelare) coperto con l'olio extravergine per lungo tempo: è adatto quindi per improvvisare antipastini o insalate di pasta fredda . 


Preparazione del pesto di rucola : si prepara proprio come il classico pesto alla genovese, questa la mia versione:
  • 60 gr di rucola, ben lavata ed asciugata;
  • 4/5 grani di sale grosso;
  • 60 gr di Parmigiano grattugiato;
  • 30 gr di Pecorino grat.;
  • 120 gr di olio extra vergine di oliva;
  • 2 spicchi d'aglio (a cui avrete tolto l'anima e di cui, appunto, resterà ben poco);
  • 60 gr di pinoli.
Frullate la rucola con il sale grosso: ecco il segreto per un pesto verdissimo, che non diventa scuro, anche dopo un mese in frigo. Mi raccomando, sale grosso e non fino!...ed in quest' ordine...




unite l'aglio ed i pinoli. Frullate. I formaggi, amalgamate. L'olio, frullate fino alla consistenza desiderata.






Eccolo:



A presto con le ricettine con il pesto di rucola!!!
Vedi anche:
mini croissant con pesto di rucola
pesto alla genovese
lasagnetta al pesto




14 commenti:

  1. Ciao Sere!! Lo sai che il pesto di rucola l'adoro?? Son già due anni che dico che mi devo mettere all'opera anche per fare quello classico e gira e rigira ancora niente!! Ma questa volta la vinco io ;) Già mi sto immaginando un bel piattone di pasta..sei stata bravissima!!
    Un grande bacio!!

    RispondiElimina
  2. A me il pesto di rucola piace davvero tanto :)
    Un abbraccio !

    RispondiElimina
  3. Anch'io non amo molto il sapore della rucola, ma cosi' sembra davvero buona!!!!!

    RispondiElimina
  4. Sai che lo proverò????????Mi attira tanto....bacioni

    RispondiElimina
  5. Mi piace particolarmente!!!!! baci e buona giornata!!!:-)

    RispondiElimina
  6. Fatto oggi ahahahahah,io adoro la rucola!c'ho condito le fettuccine,sapessi che buone!!ciaoo cara

    RispondiElimina
  7. è semplicemente eccellente *__* e poi oltre al suo sapore c'è da tener conto delle proprietà: vitamina C a gogo!!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  8. Che brava Sere, con la rucola! Deve essere buonissimo!

    RispondiElimina
  9. Non l'ho mai provato, deve essere proprio buono!
    Grazie per l'idea :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  10. Ciao, grazie per questa ricetta! la devo mettere tra i fuori concorso però...perchè i pinoli in quanto frutta secca sono banditi per noi allergici! perdona anche il mio ritardo, ma il terremoto ci ha destabilizzati!

    RispondiElimina
  11. spero che tu voglia ripartecipare se puoi!

    RispondiElimina
  12. è vero, i pinoli !! non mi era venuto in mente!!! certo, parteciperò con un'latra ricetta!!!

    RispondiElimina
  13. A me sembra che questo assomigli piu' ad un frullato che ad un pesto, esiste anche il mortaio usando il quale il sapore cambia decisamente. Con il frullatore non viene pestato niente, solo sminuzzato.

    RispondiElimina
  14. Caro John John, come già avevo anticipato nel pesto alla genovese non uso il mortaio proprio perchè preferiamo- ed i miei ospiti ne convengono- non sentire i pezzi sotto i denti come succede con l'uso del mortaio. In sostanza, preferiamo il gusto del mio pesto -che definerei più amabilmente una crema anzichè un frullato- a quello del pesto con il mortaio. Molto più determinante per il gusto finale sono le quantità di ogni singolo ingrediente, l'ordine di aggiunta nel processo di sminuzzamento e naturalmente, la freschezza e la qualità.

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU