venerdì 24 gennaio 2014

Arrosto ripieno


Arrosto -di vitello o di manzo- con la tasca, pronta per essere farcita!! 



Non si tratta di

un arrotolato, per quello ci vuole una fetta intera ben battuta ed una farcitura diversa, ma di una semplice tasca ripiena di carne.
Dopo aver gustato il ripieno speciale preparato per il Galletto Vallespluga  , un bel successo,
ho pensato di provarlo  anche con l'arrosto: buonissimoooooo!!

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di arrosto di vitello o manzo con la tasca*
olio evo;
una noce di burro;
uno spicchio d'aglio;
qualche foglia di salvia e alloro;
farina q.b.;
vino rosso q.b;
sale e pepe.

per il ripieno:

un panino raffermo o 3 fette di pane in cassetta;
un goccino di latte;
un uovo;
sale e pepe;
due scalogni grandi;
olio evo;
prezzemolo; 
vino bianco;
80 gr di prosciutto cotto ( o altro che avete in casa:mortadella, pancetta, crudo)
100 gr di salsiccia o luganega;
100 gr di macinato misto manzo e maiale (ma anche solo manzo va bene);
noce moscata;
un paio di cucchiaiate di Parmigiano.


* potete farvi preparare la carne dal macellaio, un pezzo intero con la tasca. Io l'ho acquistato al mio supermercato di fiducia, la parte era lo spinaccino di vitello, già pronto con la tasca. Quasi 500 gr , € 8,50.
Se preferite il manzo, ricordate di prolungare la cottura. Raccomando cottura lenta, meglio al forno, per circa 3 ore e mezza  ( con questa quantità).


Preparazione dell'arrosto ripieno

Sbriciolate il panino ed ammollatelo nel latte per una decina di minuti, nel frattempo tritate lo scalogno e fatelo appassire  con un cucchiaio d'olio.
Tritate grossolanamente il prosciutto cotto ed aggiungetelo alla cipolla con il pane ben strizzato. Io ho sfumato con un goccino di vino bianco; cuocete per cinque minuti ed infine unite il prezzemolo tritato. Fate raffreddare.
 
Quando il composto si sarà raffreddato unite la salsiccia, il macinato, il Parmigiano, la noce moscata e l'uovo (precedentemente sbattuto). Amalgamate bene ed aggiustate di sale e pepe. 
Il ripieno risulterà molto morbido -nel caso potete asciugare con del pane grattugiato, ma poco però-.


 
Lavate bene la tasca e farcitela con il ripieno; con un cucchiaio bagnato aiutatevi a spingere la carne fino in fondo.


Richiudete con lo spago da cucina, o con degli stuzzicadenti oppure con ago e filo.

Infarinate .
In una casseruola adatta anche per il forno, sigillate bene l'arrosto ripieno nell'olio e nel burro, con qualche foglia di salvia e alloro e lo spicchio d'aglio.


Quando sarà ben rosolato in ogni lato -non abbiate fretta la sigillatura dev'essere accurata- sfumate con il vino e fate evaporare l'alcool. Ricordate di non usare forchette per evitare di bucare le carni.



Salate e pepate, togliete l'aglio, coprite ed infornate nella parte bassa del forno a 150°; per un pezzo così piccolo sono state sufficienti due ore, regolatevi in base alla quantità. Per il manzo, come dicevo sopra, almeno 3 ore e mezzo.
A metà cottura girate la carne e, se necessario, aggiungete dell'acqua o del brodo ( anche se in forno generalmente non serve ed è proprio questo il punto forte della cottura in forno: la carne non "bolle" non  si lessa" perché cuoce nei propri succhi).

Terminata la cottura, avvolgete la carne nella carta alluminio e   fatelo  raffreddare; dopodiché tagliatelo a fette spesse e riportatelo a temperatura nel suo sughetto, aggiungendo un goccino d'acqua, coperto.

1 commento:

  1. Non ho mai fatto un arrosto ripieno.. che buono deve essere il tuo! baci baci

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU