venerdì 31 gennaio 2014

Struffoli napoletani o pignolata calabrese al miele

 



Struffoli napoletani o pignolata calabrese?


 Parliamo dello stesso dolce con due nomi diversi.


Questo dolce lo prepara sempre mio marito, e già vi avevo postato la versione al cioccolato -ottima per riciclare le uova di cioccolato dopo Pasqua!!-  che vedete qui nello sfondo ,
 proprio perchè è uno dei suoi dolci preferiti.

Ieri ha preparato la versione al miele, eccola:

300 gr di farina00;
3 uova;
100 gr di zucchero;
una bustina di vanillina;

50 gr di burro (sciolto in precedenza);
latte q.b.;
un pizzico di lievito per dolci;
olio d'arachidi per friggere;
miele q.b.

Preparazione degli struffoli napoletani  o pignolata calabrese al miele

Preparate l'impasto e fatelo riposare un pochino coperto da un panno, meglio se in frigorifero.
 Dopo una mezz'oretta toglietelo e fate dei serpentoni come si fa con gli gnocchi. Tagliateli appunto " a gnocco" - e friggete le palline in olio caldo, facendo attenzione a non bruciarle. 
 Scolate su carta assorbente.
 Sciogliete il miele in un pentolino, mescolando sempre. 
Unitegli struffoli napoletani ed amalgamate bene. 
Fate raffreddare prima di servire e cospargete con codette colorate.

PS: magari fate delle palline più piccole di quelle che vedete in foto.


1 commento:

CONDIVIDI SU