sabato 1 febbraio 2014

Burro fatto in casa

Come fare il burro fatto in casa con la panna fresca: niente di più semplice!!


La parte più emozionante e soddisfacente per chi cucina - e gli appassionati mi capiscono- è la creazione. Il creare, da semplice ingredienti, qualcosa di finito. 
E la cosa più bella della passione culinaria è il fatto che ciò che si crea si mangia: si gusta, si metabolizza, si sente, si percepisce, si gode appieno della propria creazione. E che soddisfazione!! 
Due uova ed un po' di farina ed avremo delle tagliatelle, acqua farina e lievito e potremo panificare, panna fresca ed avremmo un bel panetto di burro di altissima qualità.

Preparare il burro in casa, oltre ad essere gratificante per il palato, è molto semplice -a patto che abbiate delle fruste elettriche-.
 L'ho preparato per condire l'uovo in raviolo, ricetta masterchef, e l'ho usato praticamente subito, per cui non ho la foto finale del panetto di burro sformato - potrete dargli la forma che più vi piace- ma ad ogni modo ci sono tutte le immagini del procedimento.

Per 170 - 180 gr di burro vi serviranno 500 ml di panna fresca di ottima qualità.
Da questa quantità si ottiene anche il latticello, ottimo per l'impasto di dolci e salati -pan brioche ad esempio- al posto del latte. Ne otterrete tra i 250 ed i 280 ml.

Le immagini che vedrete si riferiscono a 200 ml di panna, per un panetto di burro di 100 gr, giusto quello che mi serviva per il condimento dell'uovo in raviolo 

Tenete presente che, se asciugato completamente dal latticello, il burro si conserva in frigo per un mese.
Il latticello che avanzerà, invece , può essere usato al posto del latte nella preparazione di impasti dolci o salati, e si conserva per uno o due giorni.

Il burro può essere aromatizzato a piacimento: prezzemolo, aglio, tartufo, curry...

Preparazione del burro fatto in casa


Se ve ne ricordate, mettete il recipiente in cui monterete la panna in freezer per mezz'oretta. Nel caso non fosse possibile non preoccupatevi: è una cosa in più, la vostra panna si monterà comunque (io ad esempio non l'ho fatto).
Iniziate a montare la panna con le fruste elettriche o nella planetaria.

Quando la panna sarà perfettamente montata -quando inizia cioè a "scrivere"- non fermatevi: continuata a montare e montare. La mia panna non era molta, per cui mi ci sono voluti solo cinque minuti. Raddoppiando la dose potreste impiegarci qualche minuto in più.

 Ad un certo punto vedrete che la panna inizia a  diventare grumosa e ad assumere un colore giallastro : ecco ci stiamo avvicinando. Continuate a montare ed inizierete a vedere il latticello: questa è la fase in cui i grassi si separano dai liquidi. Quando i grassi -cioè il burro- si attaccheranno alla frusta è il momento di spegnere.

 Mettete il tutto in un colino, posto all'interno di una ciotola,  e fate colare tutto il latticello.
 Prendete tra le mani il burro e strizzatelo: vedrete, uscirà ancora del liquido.
 Quest'operazione è molto importante perché se rimane del latticello il burro si ossida e si inacidisce.
Date al burro la forma che volete e conservate in frigorifero.



Qui quando si scioglie in padella:


Vedi anche:
L'uovo in raviolo 

2 commenti:

  1. Non si finisce mai d'imparare! Ottima descrizione della preparazione. Buona serata
    Annamaria

    RispondiElimina
  2. Una favola! io,invece, è da un po' che ho in mente di preparare il latticello! brava complimenti!

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU