venerdì 14 novembre 2014

Pane arabo a lievitazione naturale


Pane arabo: leggero ( si direi quasi dietetico) e veloce, 

lo prepariamo con il lievito madre e lo mangiamo in giornata!!





Per 6 panini arabi:

500 gr di farina PER PIZZA O PANE ( proteine circa 11%);
270 ml di acqua;
80 gr di licoli;
12 gr di sale.


Per tutti gli appassionati di lievito madre ,  

Preparazione dei panini arabi

"Schiumate" il licoli con 80 ml d'acqua ( sarà bello bollicioso).
Aggiungete la farina setacciata a pioggia , la restante acqua, poca per volta a filo, impastando ( tenete da parte un goccino d'acqua d'aggiungere con il sale).
L'impasto risulterà morbido ma non molle, compatto;
quando inizierà a compattarsi unite il sale e il goccino d'acqua.
Impastate fino ad incordatura ( QUI il post).
Rovesciate sulla spianatoia e arrotondate, pirlando.
Mettete a lievitare in una ciotola leggermente unta (foto 1).


Coprite con pellicola trasparente e aspettate il raddoppio -3/6 ore (foto 2) : i tempi dipendono dall'attività del vostro lievito madre ( se era stato appena rinfrescato oppure no) e dalla temperatura ambientale.
Rovesciate l'impasto su spianatoia infarinata -possibilmente con la semola-e dividete l'impasto in 6 pezzi -più o meno ugual peso, 140-145 gr- ( foto3).
Arrotondate ( foto 4), creando 6 palline, seguendo le "pieghe al centro" che trovate qui.
Fate riposare le palline una mezz'oretta, e poi stendetele dando forma tonda o ovale ( foto 5).
Disponete su una teglia ( foto 6) e coprite con pellicola trasparente.
fate lievitare un altro paio d'ore.

Per quanto riguarda la cottura, dev'essere breve, circa 10 minuti.
Io ho acceso alla massima temperatura (250°); quando il forno era ben caldo ho messo la teglia direttamente sul fondo, in modo che il calore fosse immediato. Dopo 5 minuti ho spostato la teglia nella parte superiore invece, e lì i panini arabi hanno iniziato a gonfiarsi. In tutto 10 minuti, non di più, altrimenti si seccano.
Appena tolti vanno fatti raffreddare coperti da un paio di canovacci, in modo che il vapore non si disperda e rimangano più morbidi.

La stesura della pallina determinerà la forma della tasca, su questo ho fatto un po' di esperimenti, in modo che ognuno scelga il pane che preferisce!!
Nella foto 7, una grande tasca quasi priva di mollica, è stato tirato molto sottilmente.
Nella foto 8 ( come lo preferisco io) un po' meno sottile , con una bella tasca ma anche un po' di mollica.
Nella foto 9 invece, l'ho lasciato più spesso, e la tasca non si è formata ( per chi vuole un pane morbido, con poca mollica e crosta praticamente inesistente).


Vi aspetto nel mio nuovo gruppo "Golosando"su facebook, 
per condividere i vostri successi in cucina ed interagire direttamente con me!!
Lo trovate  QUI , vi basterà cliccare "iscriviti al gruppo" in alto a destra



Sei appassionato di cucina?
seguimi anche su Facebook!!
clicca mi piace su Golosando Serenamente,

7 commenti:

  1. E' perfetto, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  2. E' buonissimo!!!! fatto anche io svariate volte.. baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  3. che meraviglia! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Peccato...sono rimasti un po' crudi..eppure ho seguito tutto alla virgola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai usato lievito madre, i tempi sono sempre indicativi, perchè dipendono da tante variabili (forza del lievito madre, temperatura ecc). Probabilmente avevano bisogno di più tempo per lievitare.

      Elimina
  5. ciao! per gestirmi meglio con il lavoro avrei necessità di lasciare l'mpasto in frigorifero... in quale fase è meglio? grazie!!!

    RispondiElimina

CONDIVIDI SU