mercoledì 4 marzo 2015

Panna cotta con caramello

La panna cotta con il caramello è un classicone ,
ma uno di quei classiconi che adoro...
Ed è così semplice, ma così semplice da fare che ve ne stupirete,
basta avere i consigli giusti,
e quelli, lo sapete, ve li racconto sempre.

Vi aspetto nel mio nuovo gruppo "Golosando"su facebook, 
per condividere i vostri successi in cucina ed interagire direttamente con me!!
Lo trovate  QUI , vi basterà cliccare "iscriviti al gruppo" in alto a destra

Ingredienti:

500 ml di panna fresca;
120 ml di latte intero;
100 gr di zucchero;
9 gr di colla di pesce;
estratto di vaniglia, oppure 1/3 di bacca di vaniglia.

Preparazione della panna cotta con il caramello

Mettete in ammollo i fogli di colla di pesce in una ciotola con acqua fredda per 10-15 minuti.

In un pentolino, portate a bollore la panna con il latte e la bacca di vaniglia tagliata a metà per il lungo. 
Spegnete la fiamma, aggiungete lo zucchero e, nel caso utilizziate l'estratto, mettetelo in questo momento.

Ora, è importante che la panna cotta si intiepidisca prima d'incorporare la gelatina, altrimenti rischiate che non si amalgami bene.


A questo punto, se avete usato la bacca di vaniglia, volendo potrete filtrare per evitare che si vedano i semini. A me personalmente non dispiacciono, anche se con lo stampino che ho usato io ( semisferico di silicone) si sono concentrati sul fondo ( cioè  la punta della cupola).

Strizzate la colla di pesce ed incorporatela nella panna intiepidita, mescolando bene finché non si sarà sciolta completamente. 
Non preoccupatevi se il composto vi sembrerà spaventosamente liquido, è normale.

Per evitare " ansie da distacco", potete disporre la panna cotta nei bicchierini;
in alternativa se utilizzate degli stampi tradizionali, bagnate il fondo con un goccino d'acqua o di liquore. Al momento di servire, immergete lo stampo qualche secondo nell'acqua bollente, questo faciliterà il distacco.
Per stampi grandi unici, consiglio la carta forno bagnata ( come per la viennetta alla nutella o il semifreddo).
Va tenuta in frigo 5-6 ore.
Nel caso in cui utilizziate degli stampini in silicone, come me, è necessario congelarli; da congelati saranno abbastanza duri da poterli sgusciare. Sarà poi sufficiente riporli in frigo un paio d'ore prima di servirli.




Sei appassionato di cucina?
clicca mi piace su Golosando Serenamente,

Vedi anche:


1 commento:

CONDIVIDI SU