martedì 2 giugno 2015

Girelle salate




 Rotolini di pasta lievitata farciti: 

un' ottima idea per buffet o per la merenda dei bimbi,
 d'arricchire con il ripieno favorito, congelare e scongelare al bisogno,
 anche in versione "fintamente sfogliata" per un risultato ancora più sfizioso!!



Per tutti gli appassionati di lievito madre ,  



Ingredienti:

750 gr di farina W 240/260;
420-440 ml di latte intero;
50 gr di olio extravergine d'oliva;
50 gr di strutto oppure 60 gr di burro;
30 gr di zucchero;
16 gr di sale;
120 gr di licoli OPPURE
80 gr di pasta madre solida MENO 40 gr di farina OPPURE
12 gr di lievito di birra +40 gr di farina +40 gr  d'acqua


SE volete fare la finta sfogliatura:
80-100 Ggr di burro di centrifuga ( bavarese, buono quello alla LIDL o Eurospin) oppure strutto.

Naturalmente con lievito di birra i tempi si riducono di tre volte.

Preparazione delle girelle salate:

Se il vostro licoli è giovane, rinfrescatelo prima di utilizzarlo.

Schiumate il licoli con lo zucchero e 50 ml di latte ( con frusta elettrica  ).

Iniziate ad  aggiungere un po' di farina finchè l'impasto non inizierà a compattarsi, dopodichè unirete 

un po' di latte a filo, a più riprese e poco per volta; un po' di farina e un po' di latte, sempre 

mantenendo compatto l'impasto (non fatelo mai "affogare" nel liquido, dovete lasciargli il tempo di 

assorbirlo piano piano).

Ricordate di tenere da parte un goccino di latte ( circa 10 ml) per sciogliere il sale.

Potrebbe bastarvi meno latte di quanto indicato, questo dipende dalla capacità d'assorbimento della 

farina, dalla percentuale d'umidità nell'aria, dall' idratazione del vostro lievito madre.


Aggiungete il sale con l' ultimo goccino di latte, poi lo strutto , in più riprese a piccoli pezzi, l'olio, sempre lentamente, a filo, in 4-5 volte   per non rovinare l'incordatura.

Quando l'impasto sarà bello lucido e ben incordato ( QUI il post sull'incordatura)

 trasferite su spianatoia leggermente spolverata di semola 
coprite a campana e fate riposare l'impasto 40-45 minuti.
Fate le pieghe al centro ( QUI il post),


foto esempio

arrotondate (foto A)  e mettete in una ciotola imburrata. Sigillate con la pellicola, fate riposare un'oretta ( due d'inverno, l'impasto deve iniziare a gonfiare)
( mezz'ora con ldb) e mettete in frigo per la notte.

La mattina togliete, fate acclimatare e aspettate il raddoppio dell'impasto.
A raddoppio avvenuto stendete la pasta con il mattarello 
ad uno spessore di circa mezzo centimetro, farcite come spiegato di seguito.

SE invece volete fare la finta sfogliatura stendete l'impasto con il mattarello ma senza stenderlo completamente, solo ad uno spessore di un centimetro. Mettetelo in frigo 40 minuti e togliete il burro, da lasciare a temperatura ambiente. Questo perchè la sfoglia dev'essere freddina, affinchè il burro a contatto si indurisca e crei l'illusione della sfogliatura.
Trascorso il riposo in frigo, stendete quindi l'impasto con il mattarello ad uno spessore di mezzo cm, e con i polpastrelli spalmate il burro a pomata su tutta la superficie.  
Fate le pieghe a tre ( come quelle della sfoglia, le trovate QUI) -solo un giro- e mettete ancora in frigo 40 minuti ( 20 con ldb).


Stendete nuovamente sottile di mezzo centimetro,
distribuite la farcitura che preferite ( FOTO B).
Io ho diviso a metà l'impasto e fatto due differenti farciture: provola e speck; scamorza affumicata e prosciutto cotto. Arrotolate dal lato più lungo (FOTO C).
Per tagliare le girelle ( spessore 1.5 /2 cm) potete usare uno spago da cucina ( quello degli arrosti) o un filo grosso da cucito: lo mettete sotto e poi lo incrociate sopra stingendo, in modo che si tagli senza spiaccicarsi come succede spesso invece con il coltello ( FOTO D,E,F)
Distribuite le girelle distanziate su teglia foderata con carta forno ( FOTO G)  fate lievitare finchè non saranno belle gonfie 60/75 minuti con lievito di birra e dalle 3 alle 5 ore con lievito madre (tempi indicativi, come sempre con il lievito naturale dovete "andare ad occhio").

Spennellate con albume ( o se le preferite più dorate con un uovo sbattuto) ed infornate a 200° per circa 15 minuti, abbassate eventualmente a 180° se si dovessero colorire troppo.

Vi aspetto nel mio nuovo gruppo "Golosando"su facebook, 
per condividere i vostri successi in cucina ed interagire direttamente con me!!
Lo trovate  QUI , vi basterà cliccare "iscriviti al gruppo" in alto a destra


Vedi anche:





7 commenti:

  1. Adoro queste girelle!!!!
    Ciao
    Ale

    RispondiElimina
  2. capperina.. buone e belle sfogliate...mi segno la ricetta..(vado a vedere anche la dolce) Grazie!!
    buona giornata

    RispondiElimina
  3. io ho una domanda. ma con il filo da arrosti si taglia lo speck? mi viene il dubbio che non ce la faccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio si è tagliato... naturalmente le fette erano molto sottili

      Elimina
    2. Bene!! grazie per avermelo fatto sapere ;)

      Elimina

CONDIVIDI SU